Nel giorno più bello, si può dare un aiuto concreto a chi ha più bisogno: basta organizzare ogni cosa in un’ottica solidale.

Sono sempre più numerosi i futuri sposi che scelgono di celebrare il proprio matrimonio all’insegna della solidarietà. Ciò significa organizzare ogni cosa in modo tale che, oltre ad essere qualitativamente ineccepibile, abbia un positivo risvolto sociale, ambientale e culturale. In questo modo, un momento speciale come il matrimonio può diventare veramente indimenticabile, e non solamente per gli sposi e gli invitati.
Per il pranzo o il rinfresco si può chiedere ad esempio il supporto di cooperative di catering e banqueting che per la preparazione dei pasti si avvalgono della collaborazione di persone diversamente abili o socialmente in difficoltà. Oppure si può decidere di servire un menù a basso impatto ambientale, con l’utilizzo di prodotti locali esclusivamente biologici o vegani.
La realizzazione delle bomboniere e delle partecipazioni può essere affidata a Onlus che danno lavoro a persone disabili o emarginate.
Anche l'abito della sposa diventa “equo”, grazie all’utilizzo di tessuti naturali, come il lino grezzo, o derivati da sete ottenute con metodi di produzione in cui vengono tutelati i bachi. I costi per video e foto della cerimonia possono poi contemplare una quota a sostegno dei progetti umanitari nei Paesi più poveri…
E il viaggio di nozze? Naturalmente all’insegna del turismo consapevole!

Archivio news

Questo sito non fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookies tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sull'uso dei cookies. Continuando a navigare il sito si accetta di utilizzare i nostri cookies. Direttiva 2002/58/EC