Voglia di distinguersi, di fare qualcosa di nuovo, di rimanere per sempre impressi nella mente di tutti gli invitti (e non solo)… Sono sempre più numerosi gli sposi che, alla ricerca dell’esclusività, scelgono di celebrare le nozze al di fuori dei canoni tradizionali. E per accontentarli non c’è che l’imbarazzo della scelta.

La prima cosa da fare è identificare il tipo di scenario a cui ci si sente maggiormente affini. Se non si temono le temperature più rigide, se si è pronte a rinunciare ai tacchi alti e magari anche allo strascico, allora niente di meglio che scegliere una cima innevata, noleggiare un elicottero o una motoslitta e farsi trasportare in vetta insieme ai propri ospiti. Il ricevimento può essere organizzato in una baita, in un castello o in un grand’hotel, completamente avvolti dalla magia della neve. Da dicembre ad aprile ci si può sposare nella chiesetta di ghiaccio dell’Ice Hotel in Lapponia (www.icehotel.com), che può accogliere fino a 40 persone.
Gli amanti del mare possono optare per un matrimonio su una spiaggia sabbiosa, naturalmente a piedi scalzi e con tutto l’occorrente per coronare il proprio sogno d’amore con un bel tuffo. Ci si può anche promettere amore eterno a 20 metri di profondità, oppure in un villaggio polinesiano: lo si raggiunge a bordo di una piroga, accompagnati da canti, musiche e danze cerimoniali (www.viaggidinozze.net). Chi vuole restare in tema marino ma preferisce una cerimonia più tranquilla, può lasciarsi avvolgere dagli affascinanti scenari dell’Acquario di Genova (www.acquariodigenova.it).
Per tenere tutti col fiato sospeso, c’è chi sceglie di raggiungere la location in aereo, lanciandosi all’ultimo momento con il paracadute. In questo caso, l’ideale è farsi accompagnare dagli amici più intimi e magari anche da un sacerdote disposto a celebrare il rito in alta quota. Se poi si vuole puntare ancora più in alto, viaggidinozze.net organizza a Cape Canaveral, Florida, un viaggio mozzafiato con uno speciale aereo che, in fase di planata, offre l’effetto “gravità zero”.
L’agenzia inglese marryabroad.com.uk propone inedite mete, come le miniere d’oro abbandonate del Nevada o in taxi a New York. Se a unire gli sposi è anche la passione per il calcio, perché allora non scegliere il Barcelona FC Stadium, dove si può gustare anche il buffet (www.cataloniaweddings.com). A chi invece ama l’arte, il Teatro della Concordia di Monte Castello di Vibio (Perugia, Italia) offre la possibilità di sposarsi nella sua piccolissima struttura indossando un costume d’epoca (www.treatropiccolo.it).
E poiché il matrimonio tiene uniti per tutta la vita, si può iniziare subito con un lancio di bungee jumping. Con le caviglie legate a un lunghissimo elastico, lo sposo e lo sposa si gettano nel vuoto al momento del fatidico “sì”, promettendosi amore eterno.

Archivio news

Questo sito non fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookies tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sull'uso dei cookies. Continuando a navigare il sito si accetta di utilizzare i nostri cookies. Direttiva 2002/58/EC