Fissare il giorno delle nozze è fondamentale: da questa data dipende la scelta della location, dei fiori, del viaggio di nozze…

Estate o inverno? Feriale o festivo? Sono tante le variabili da considerare quando si fissa il giorno del matrimonio. Se vi è una data che ha un particolare valore simbolico (il primo appuntamento, l’inizio ufficiale della vostra relazione…), potete certamente scegliere quella per coronare il vostro sogno d’amore. Altrimenti si possono esaminare i pro e contro di ogni stagione e mese.
Fissando la cerimonia in estate, si può magari prolungare il viaggio di nozze in prossimità delle ferie, ma non tutti gli invitati saranno reperibili nei mesi più caldi.
È da prendere anche in considerazione quale tipo di location si preferisce, se è all’aperto è d’obbligo la stagione più calda. Da non sottovalutare, però, le difficoltà che si incontrano nel trovare disponibile il locale del ricevimento nei mesi “più gettonati”, da maggio a settembre. Meglio evitare, inoltre, di optare per le festività, per non rovinare i programmi di parenti e amici. Il sabato è il giorno più comodo per tutti, ma è anche il più impegnativo economicamente per quanto riguarda le spese del ristorante. In caso di budget limitato, meglio sposarsi durante la settimana.
Se poi volete essere fedeli al detto popolare “Di venere e di marte…”, escludete il martedì e il venerdì, anche se alcune credenze lo smentiscono, identificando il primo con la ricchezza e il secondo con l'amore. La tradizione popolare consiglia febbraio, il mese dell'amore, così come novembre, dicembre e gennaio, portatori di felicità, amore eterno e fedeltà. Infine è di buon auspicio sposarsi prima del tramonto.

Questo sito non fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookies tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sull'uso dei cookies. Continuando a navigare il sito si accetta di utilizzare i nostri cookies. Direttiva 2002/58/EC