Proprio perché la preparazione del matrimonio è piuttosto frenetica, si rischia di ricevere i doni e di lasciarli momentaneamente da parte, per apprezzarli con la dovuta calma in un momento più tranquillo. Può essere buona norma, quando arrivano i primi regali agli sposi, annotarne subito le caratteristiche vicino al nome del donatore sulla lista degli invitati, in modo da poter esprimere, nel biglietto di ringraziamento, la gioia di aver ricevuto proprio quel pensiero. Questo piccolo accorgimento farà sicuramente piacere. I ringraziamenti vanno inviati possibilmente entro due mesi dalla cerimonia, al ritorno dal viaggio di nozze.

•Riempire una bottiglia di vetro a metà di acqua e congelarla in posizione verticale. Prendere la chiave della camera da letto degli sposini e buttarla nella bottiglia. Poi riempirla fino all'orlo e rimetterla a congelare.
•Riempite la casa di sveglie puntate ad ogni quarto d'ora.
•Chiudete a chiave tutte le porte di casa e nascondete le chiavi in modo da fargli trovare per ultima quella del bagno.
•Sigillate la tazza del water con il domopack supertrasparente.
•Chiudete l’unica chiave di casa in un cubo di ghiaccio di 1 metro di lato......e mettetelo davanti a casa.
•Se ci sono scale riempitele con infiniti bicchierini di carta pieni di acqua uno attaccato all’altro.
•Una volta entrati in casa degli sposi andate in bagno, svitate il diffusore della doccia e infilategli dentro un dado (tipo Knorr): lascierà al malcapitato novello sposo una patina untuosa che non se ne andrà subito...
•Riempire la casa degli sposi di sveglie che suoneranno ad orari diversi della notte. Aggiungere anche la sveglia automatica della telecom...
•Spegnere la caldaia (basta staccare la presa della corrente che di solito è ben nascosta) e far fare una doccia fredda agli sposi
•Riempire il salotto di bicchieri d'acqua.
Variante più bastarda: utilizzare al posto dei bicchieri i piatti o fondi di plastica (quando si prendono in mano si piegano e l'acqua finisce inevitabilmente sul pavimento...)

 

Il riso fa molto male agli uccelli. Un chicco di riso non è facilmente digeribile da questi animali e può portare al soffocamento; già da diversi anni sia in Inghilterra che in America è vietato tirarlo all’uscita della chiesa o del comune. Anche nel Canton Ticino non è più consentito da diverso tempo.
Le bollicine di sapone: è un’usanza molto americana. In Inghilterra esistono delle confezioni adatte ai matrimoni che si possono acquistare on-line. Pro: la scenografia sembra quella di una favola e se si sceglie di far scrivere il nome degli sposi e la data del matrimonio sulle bottigliette, queste diventano un bel ricordo. Non danneggiano l’ambiente. Contro: nessuno in particolare.
Petali di rosa/fiori secchi.
Pro: la scena diventa molto romantica. Contro: forse il costo, che potrebbe essere più alto rispetto all’utilizzo di un altro sostituto del riso; c’è da pulire dopo.

Fuochi d’artificio a scintille. Pro: soprattutto se la cerimonia si svolge verso sera, l’effetto sarà quello di uno scenario illuminato e romantico. Contro: il costo potrebbe essere alto e si deve tener conto della loro possibile pericolosità (soprattutto in mano ai bambini).

Scegliere la partecipazione è un compito delicato. Riflette il carattere degli sposi e il tono che si vorrà dare al matrimonio. Ci sono negozi specializzati che offrono tantissime soluzioni, anche un po’ insolite e originali, ad esempio su carta riciclata colorata a forma di cuore o decorate con fiori essiccati, nodi d'amore o frasi romantiche. Le coppie di sposi più legate alla tradizione possono orientarsi su un cartoncino doppio raffinato ed elegante, con l’annuncio dell’evento da parte dei rispettivi genitori, la data e il luogo della cerimonia e il nuovo indirizzo degli sposi. Insieme alla partecipazione, con un biglietto a parte, a parenti e amici si manderà l'invito per il "dopo cerimonia", pranzo, cocktail o ballo che sia. Alcune coppie di sposi possono anche ordinare i libretti per la chiesa con i propri monogrammi, i menu, i segnaposto in caso di pranzo, i lega-tovaglioli, i biglietti per le bomboniere e quelli di ringraziamento.

Un regalo è importante sia per chi lo riceve che per chi lo fa. La lista-nozze toglie dall’imbarazzo di dover chiedere cosa si gradisce, con la certezza che gli sposi apprezzeranno il dono. Va quindi preparata con la massima cura da entrambi gli sposi. Mai farla nell'intervallo di colazione (se si lavora), perché si rischia di scegliere di fretta, né di sabato, quando c’è troppa confusione. Si consiglia di dedicare almeno una giornata alla scelta di quello che si desidera per la nuova casa, facendo prima una nota di ciò che si riceverà dalle rispettive famiglie. Oltre alla classica argenteria, stoviglie e bicchieri, elettrodomestici e gli oggetti decorativi, sarà carino far scegliere al futuro marito qualcosa di personale: dei volumi d'arte, se è un appassionato di pittura, il fucile che sognava se è cacciatore, un surf o degli sci, se è uno sportivo. Alcune coppie di sposi lasciano aperta la lista di nozze anche dopo il matrimonio, affinché parenti e amici possano ricorrervi per anniversari, compleanni e festività.

Sia che si voglia realizzare un matrimonio sontuoso, sia che si scelga una cerimonia più intima, le cose da fare sono decisamente tante. L’ideale è che i futuri sposi inizino a pensare a tutto con il giusto anticipo. Piccole annotazioni prese al volo, man mano che le cose vengono in mente, si riveleranno un sostegno prezioso per compiere ogni passo con calma e precisione, secondo la giusta sequenza. La sposa avrà il delicato compito di sovrintendere tutto: meglio se riesce a delegare a persone di fiducia e di esperienza ciò che non richiede la sua presenza. Procedendo con ordine si avrà anche la possibilità di dare un tocco personale alla preparazione, rendendo il proprio matrimonio veramente unico.